L’arte di amare: quattro elementi fondamentali

L’amore è un’arte, così come la vita è un’arte: se vogliamo sapere come amare dobbiamo procedere allo stesso modo come se volessimo imparare qualsiasi altra arte”. Erich Fromm (1957), “L’arte di amare”.

È San Valentino! La famosa festa dedicata agli innamorati, che in gran parte del mondo si festeggia il 14 febbraio.

Una festa antichissima che ha le origini nell’antico impero romano, seppur in chiave “meno romantica” rispetto a come la conosciamo oggi.

Ma cos’è l’amore?
È qualcosa in cui ci si imbatte per caso come pensiamo oppure è un’arte e, in quanto tale, richiede impegno e conoscenza? Probabilmente in tanti contemplano la prima ipotesi in quanto nessuno crede che ci sia qualcosa da imparare in materia d’amore. Tuttavia, l’amore va studiato, va capito, necessita di tempo e dedizione (o come direbbe Fromm, di teoria e pratica) ma soprattutto di tanta passione. 

Col termine “amore” includiamo tanti tipi di relazione, come quella romantica o quella tra genitore e figlio. Esistono elementi comuni per ogni forma di amore?

Erich Fromm delinea quattro caratteristiche tipiche di ogni amore. 

  • PREMURA → Al primo posto pone la premura, in quanto l’amore è interesse attivo per il benessere e la crescita di ciò che amiamo. Se mancano interesse e cura non vi è amore. 
  • RESPONSABILITÀ → Un’altra componente comune tra i tipi di amore è la responsabilità. Non la responsabilità intesa come “dovere”, bensì come atto volontario di risposta al bisogno della persona. Essere “responsabili” significa essere capaci di “rispondere” ai bisogni dell’amato.
    Fromm ci spiega che senza il rispetto la responsabilità potrebbe sfociare nel dominio o nel senso di possesso. 
  • RISPETTO → Ma cosa intende con la parola “rispetto”? Non è facile darvi una definizione universale, tuttavia il famoso autore lo descrive come la capacità di vedere una persona così com’è, di conoscerne la vera individualità (respicere = guardare). Pertanto, significa desiderare che l’altra persona si sviluppi per quello che è. Il rispetto esiste solo se si raggiunge l’indipendenza, ovvero se si riesce a stare in piedi senza bisogno di dominare o sfruttare l’altra persona. “L’amore è figlio della libertà, non del dominio”.
  • CONOSCENZA → Infine, non si può rispettare una persona senza conoscerla. Infatti, la conoscenza reciproca è fondamentale in ogni tipo di amore. Capire gli stati d’animo dell’altra persona ci aiuta ad attenerci alle altre caratteristiche citate. Cura e responsabilità sarebbero cieche se non fossero guidate dalla conoscenza.

Ma finora abbiamo parlato solo della teoria dell’amore.

Come mettere in pratica un’arte, se non praticandola? Come in tutte le arti servono disciplina, concentrazione e pazienza. Tuttavia, un’arte si inizia a imparare sempre in maniera indiretta, anche se spesso sembrano azioni sconnesse dal tipo di abilità. In particolare, per l’arte di amare è importante cominciare col praticare disciplina, concentrazione e pazienza in ogni fase della vita, fino ad arrivare gradualmente ad applicarle all’amore.

L’articolo è stato curato da Agnese Zardi dott.ssa in Psicologia Clinica

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.