Saponetta solida: perché sceglierla

saponetta

Anche tu hai sempre pensato che la saponetta sia meno igienica del sapone liquido? Falso!

Nell’ultimo anno, il problema del covid-19 ha reso preminenti il fattore igiene e quanto sia importante lavarsi bene e spesso le mani. Di conseguenza, si è anche riproposta la questione della sicurezza nell’uso del sapone in barrette rispetto al sapone liquido, alimentando il timore che lavarsi le mani con una saponetta già utilizzata da altri possa trasmettere infezioni.

Saponetta vs Dispencer

Una premessa è però fondamentale. È difficile stabilire quanti batteri si annidino in una saponetta piuttosto che sulla superficie di un dispenser, dal momento che tutto dipende dallo stato e dalla pulizia con cui conserviamo questi oggetti.

Detto ciò e contrariamente a quanto si possa pensare, usare il sapone solido garantisce un minor contatto con gli agenti batterici. Infatti, per far uscire la giusta quantità di sapone liquido, si preme più volte l’erogatore con le mani sporche e che a volte sono state a contatto con naso e bocca.

Il dispenser raccoglie anche la polvere e, con la complicità dell’umidità, diventa un ideale terreno di coltura per germi e batteri. Invece, la saponetta viene sciacquata sotto l’acqua corrente dopo ogni utilizzo, evitando così ogni contaminazione.

La chiave sta nel modo in cui usiamo il sapone solido. Meglio usare saponette di piccole dimensioni, così se ne riduce la durata. E poi collocarle su supporti in grado di drenare l’acqua residua, e quindi che non creino quell’acqua stagnante che favorisce la crescita di microorganismi.

Perche solido è meglio

È naturale: Basta sapere leggere le etichette per vedere immediatamente che l’INCI è molto breve. La saponetta, se vegan e naturale, è realizzata esclusivamente con glicerina e oli vegetali. Non viene aggiunta acqua (come nel sapone liquido) e per questo non necessita di conservanti chimici.

Solitamente gli ingredienti base sono di origine vegetale, come olio di cocco, olio di oliva, estratti fitoterapici ed essenze naturali. Il processo di saponificazione, avvenendo ad una temperatura molto bassa, rende il sapone morbido ed elastico e deterge delicatamente anche le pelli più sensibili.

Durata e facilità di conservazione sono altri due fattori che giocano a favore della bar soap, che può durare molto più a lungo di un classico detergente liquido.

È piccolo e compatto, il sapone solido causa pochissime emissioni di CO2 durante il trasporto, grazie al suo ingombro ridotto. In più, il sapone solido è il prodotto perfetto per liberare i nostri bagni da inutili imballaggi di plastica perché le saponette hanno per la maggioranza incarti di carta.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.