Giardinaggio con bambini: respirare di nuovo ai tempi del Covid19

Dopo settimane di chiusura in casa finalmente possiamo tornare a respirare un po’ d’aria fresca. Possiamo cominciare ad uscire per una passeggiata nei parchi con le nostre famiglie, non con gli amici però.
Certo, dovremo indossare le mascherine, mantenere le distanze anche se incontreremo qualcuno e ci verrà voglia di corrergli incontro e magari abbracciarlo. Ma meglio che niente.

Tutti abbiamo voglia di muoverci, di camminare di mangiare un gelato artigianale all’aperto. Non quello confezionato che ci ha tanto deliziato sul divano mentre ci sparavamo l’ennesima serie tv.

Abbiamo bisogno di aria fresca perché ne sentiamo l’esigenza. Il nostro fisico reclama la vitamina D e i bambini in particolare sentono il bisogno di tornare a correre e giocare all’aperto.

Diciamolo, santa tecnologia che ci ha sostenuto in queste settimane, la didattica a distanza, le videochiamate con i colleghi, le call, gli aperitivi virtuali, la spesa on line, le app dei giochi che non riesci mai a passare il livello al primo colpo, il cellulare, il tablet, il pc. Per fortuna ci hanno tenuto in contatto con il resto del mondo e ci hanno facilitato l’esistenza in queste settimane, ma ora dobbiamo disintossicarci. Un po’ come la dieta detox dopo le maratone delle festività natalizie.

Allora ben vengano le prime passeggiate all’aperto, ma con cautela.

E nell’attesa che si possano riprendere le scampagnate con gli amici, le vacanze al mare, in montagna o semplicemente i fine settimana nella seconda casa, intratteniamo i bambini con attività meno digitali e più manuali.

Riscopriamo i giochi di società classici, quelli che facevamo anche noi e che ci piacevano tanto, come la battaglia navale, per esempio (che si può fare anche in video con i cuginetti, ci avete provato?) . Oppure prepariamo i nostri balconi e i nostri terrazzi con del sano giardinaggio che renderà gradevole e colorato lo spazio dove potremo fare colazione o leggere un libro e nel frattempo faremo un po’ di scorta di sole e aria.

Giardinaggio sul balcone con i bambini, ma come?

Possiamo coinvolgere i bambini con Il Kit Coltivazione Le jardinier Moulin Roty,  un vero e proprio kit di giardinaggio in miniatura che include una fioriera, semi e quattro mattoni di cocco che, una volta innaffiati, diventano terra.
Il tuo bambino può creare insieme a te un piccolo orto personale in giardino o sul balcone, seguendo tutto il processo che porta una pianta a nascere e crescere per poi essere pronta per essere raccolta e mangiata.

E se volete leggere qualcosa di carino sul tema, Babygreen consiglia Il mio primo orto, un libro a misura di bambino per imparare a diventare un piccolo ma provetto giardiniere.

Perché i bambini hanno già dimostrato di avere pazienza e sapranno aspettare la piantina che cresce.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.