Dispositivi anti-abbandono in auto, le ultime

Dispositivi Antiabbandono Obbligatori

Tanti, troppi i casi di cronaca che hanno visto genitori dimenticare i propri figli in auto con esiti drammatici, eventi che ci hanno lasciati increduli, facendoci chiedere: “Com’è possibile?”

Negli ultimi dieci anni in Italia si sono registrate otto vittime tra i più piccoli per quella che gli esperti chiamano “amnesia dissociativa”, un vuoto di memoria causato dallo stress o dalla fretta, che colpisce i genitori causando l’abbandono involontario e inconsapevole in auto dei bambini.

Non una “semplice tendenza a dimenticare”: gli individui con questo disturbo sono spesso inconsapevoli, o solo parzialmente consapevoli, di questo problema di memoria. Un vero e proprio black-out che, purtroppo, può capitare a chiunque e manifestarsi in diverse modalità.

Allargando l’orizzonte geografico, i dati sono anche più preoccupanti: secondo stime parziali riportate dalle agenzie di stampa, negli ultimi 20 anni nel mondo sono stati almeno 600 i bambini rimasti chiusi in macchina e morti per il calore, decessi dunque causati da questo disturbo.

Alla luce di questi numeri e per cercare di ridurre queste tragiche dimenticanze, si è finalmente iniziato a ragionare sulla possibilità di rendere obbligatori i dispositivi anti-abbandono sui seggiolini auto.

In Italia il Governo si è mosso in questo senso anche se con qualche rallentamento e intoppo a livello burocratico, e dopo il primo ok della Camera arrivato nell’agosto del 2018, nei giorni scorsi è arrivato quello che sembra il via libero definitivo per l’introduzione dell’obbligo nelle auto di tali dispositivi di sicurezza per evitare l’abbandono di minori.

Stando alle ultime, la firma del Ministro dei Trasporti e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale avverranno in tempi rapidissimi, e già entro ottobre l’obbligo sarà operativo.

Tutte le automobili in cui viaggiano bambini fino ai 4 anni di età, quindi, dovranno essere provviste di un seggiolino a norma o di un dispositivo elettronico acustico che avvisa della presenza dei piccoli passeggeri.

Sono previste multe piuttosto salate: la legge stabilisce che in mancanza del sistema di allarme anti-abbandono, è prevista una sanzione che va dagli 81 a 326 euro. Se poi doveste prendere due multe per la stessa infrazione nell’arco di due anni, scatta la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi.

Previste dalla legge anche agevolazioni fiscali e incentivi per l’acquisto di nuovi seggiolini auto dotati di questi dispositivi per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei bimbi in auto.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.