Crescere bene i figli: i 5 consigli degli psicologi di Harvard

Essere genitori è il lavoro più difficile del mondo: si dice sempre e a ragione. Sfidiamo chiunque a controbattere quest’affermazione: inutile negarlo, crescere i figli non è affatto banale.

Non è semplice perché la vita ci mette di fronte a tante prove da affrontare quotidianamente, perché spesso ci sentiamo smarriti e perché, altrettanto spesso, noi stessi siamo i primi a non avere le risposte ai problemi da risolvere.

Ecco perché essere genitori è un vero e proprio viaggio, al pari di quello che i bambini fanno nel loro percorso di crescita: un viaggio intenso, pieno di emozioni, di sensazioni intense e sempre nuove.

La verità è che ci troviamo a vivere insieme ai ragazzi tanti cambiamenti, tante scoperte e prime volte che spesso risultano essere educative anche per la nostra persona. Chi l’ha detto che essere adulti significa essere maturi?

La scoperta di sé è un percorso lungo una vita e a un certo punto si incrocia con quello dei propri figli. Ecco perché è importante aiutarli, sostenerli e guidarli nel migliore dei modi.

I bambini sono gli adulti di domani. Aiutiamoli a crescere liberi da stereotipi, aiutiamoli a sviluppare tutti i sensi, a diventare più sensibili.

Bruno Munari

Già, ma quale sarebbe questo fantomatico “modo migliore”? Si fa sempre in fretta a parlare, a dispensare consigli sul come “sarebbe meglio fare”, ma sappiamo bene che spesso la realtà è molto distante dalle parole.

Ed è lì che il lavoro del genitore si fa difficile: ci si incarta, si fanno dei tentativi, si procede giorno per giorno senza avere la possibilità di fare delle prove generali.

Cosa può aiutarci allora? Senz’altro l’atteggiamento che assumiamo nelle situazioni, l’approccio che adottiamo per affrontare le circostanze più disparate anche perché, di riflesso, il nostro comportamento varrà anche come esempio per i nostri bambini.

Ci sono però consigli concreti per gestire la quotidianità già dai primi anni di vita dei figli?

Sì, e oggi vi proponiamo i preziosi suggerimenti degli psicologi di Harvard in merito alla crescita dei bambini.

  1. Trascorri tempo insieme a loro. Siamo perennemente impegnati e di corsa, ma ammettiamolo: quando abbiamo un momento libero, ahinoi, non facciamo altro che passarlo di fronte allo schermo dello smartphone. Triste, vero? Spesso adottiamo la stessa soluzione anche con i bambini mettendoli di fronte a giochi e video su Internet. Non c’è niente di più sbagliato, anche perché l’unica connessione che cercano è quella con noi genitori e in futuro ciò che ricorderanno è il tempo che avranno trascorso con voi.
  2. Dimostra che per te contano. Anche a parole. Comprare regali non basta: far sapere ai tuoi figli che per te sono una priorità significa anche dimostrarlo con le parole. Nel concreto? Cerca un dialogo con loro, falli sentire liberi di potersi confidare e di poter parlare insieme a te.
  3. Insegna loro come risolvere i problemi. Il più bel regalo che tu possa fare ai tuoi figli è insegnare loro come affrontare tutte le situazioni. Il segreto è far vedere che hai fiducia nei loro confronti: si sentiranno subito incoraggiati. Coraggio e fiducia sono gli strumenti che li aiuteranno in futuro a gestire ogni tipo di situazione.
  4. Insegna loro ad essere grati ogni giorno. Secondo diversi studi, esprimere abitualmente gratitudine aiuta ad essere più altruisti, generosi, felici e in salute. È importante che i bambini percepiscano questo valore come un dono: quindi cerca di aiutarli ad esprimere gratitudine ogni volta che puoi. Ricordati che imparano dal tuo esempio.
  5. Falli entrare in contatto con più culture. Conoscere altri mondi, persone con storie e tradizioni diverse significa non fermarsi ai confini della propria realtà, ma ampliare le proprie vedute. Ben vengano le amicizie multiculturali che possono stimolare nuovi interessi e spronarli a imparare nuove lingue.

Il mondo sta cambiando e dobbiamo imparare ad adottare nuovi metodi per educare i nostri figli: è nostra responsabilità crescerli trasmettendo loro valori come la gentilezza, l’amore e l’empatia.

Crescere un bambino consapevole, rispettoso e con un’etica è difficile, ma è qualcosa che possiamo fare. Essere genitori quindi è sì un lavoro, ma è senz’altro il più gratificante che potremo mai fare.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.