Neonato in autunno: 5 consigli utili

neonato-consigli-autunno

Abbiamo da poco salutato l’estate per lasciare spazio alle temperature più miti dell’autunno ed è il momento adatto per capire come affrontare al meglio questa stagione: perché, diciamocelo, sarà anche bellissima con i suoi colori pittoreschi, ma quelle temperature ballerine espongo noi grandi, ma soprattutto i nostri piccoli, a fastidiosi raffreddori e mal di gola.
Basta poco però per mantenersi in salute e per proteggere il nostro corpo e quello dei nostri bambini dai primi freddi. Ti anticipiamo che la soluzione non è quella di rimanere chiusi in casa, anzi!

Ecco quindi i nostri 5 consigli per prendersi cura al meglio dei nostri bimbi nella stagione autunnale.

1- Assicurati che il tuo bambino sia sempre al riparo dal freddo, specialmente se è ancora piccolo. 
Non essere troppo drastica però: tenerlo chiuso in casa per paura che si ammali è una falsa convinzione. Non è il freddo che ci fa ammalare, ma il fatto che i virus siano più presenti in autunno e in inverno.

Via libera quindi alle passeggiate al parco e in città, ma con il giusto abbigliamento: una soluzione pratica sono i sacchi termici di Picci, perfetti per tenere al caldo il tuo bambino nel passeggino e per proteggerlo dalle temperature fino a -10°.

Picci offre diversi modelli e misure (small o big), ma le qualità sono sempre le stesse: i sacchi termici infatti sono tutti impermeabili, resistenti al vento e facili da infilare grazie alla zip e alla loro forma a mummia.

2- Proteggi il viso del tuo bambino. 
Con il sacco termico, ripariamo il corpo del nostro piccolo, ma il viso? Il viso, insieme alle mani, è la parte che resta più esposta al freddo e, specialmente se sensibile, tende a seccarsi e ad irritarsi.

Vuoi evitare che la pelle del tuo bimbo si arrossi? Ricordati di spalmare un velo di crema delicata e adatta a pelli sensibili prima di uscire di casa. La crema alla calendula di Weleda nutre e protegge il tuo bambino, ha una texture soffice ed è perfetta per affrontare al meglio gli agenti atmosferici nella stagione invernale. È così delicata, che puoi provarla anche tu!

3- Scegli le ore più calde per uscire. 
Passeggiare fuori casa è un’ottima idea non soltanto per svagarsi un po’, ma anche per approfittare delle ore di luce che con l’avvicinarsi dell’inverno diminuiscono gradualmente. Una buona abitudine è quella di uscire nelle ore centrali della giornata, per esempio le 13 e le 14, le ore in cui il sole è più alto: il momento perfetto per far fare il pieno di vitamina D.

4- Prova i balsamici contro il raffreddore. 
Hai coperto il tuo bambino da testa a piedi e lo stesso hai fatto tu, eppure lui ti ha trovato. Chi? Il raffreddore. Preoccuparsi non serve, soprattutto se tornare a respirare liberamente è un gioco da ragazzi.

Le gocce pure di Olio del re sono un vero e proprio toccasana: noi le chiamiamo le gocce del benessere e ti spieghiamo subito perché.

Queste gocce sono ideali per affrontare con il sorriso i malanni invernali, ti aiutano a respirare in modo corretto grazie alle proprietà mio-rilassanti e regolanti degli oli essenziali 100% naturali che contiene. Sono anche a prova di bimbo: sì, perché basta versarne tre gocce sul cuscino o su un fazzoletto per tornare a respirare serenamente.

5- La coccola del bagnetto. 
Con il freddo è naturale andare alla ricerca del tepore, nei negozi, in casa e in qualunque luogo ci si trovi.

Ecco che, una buona idea è quella di mantenere l’abitudine di fare un bagnetto caldo al bambino, magari dopo la passeggiata fuori casa, così da coccolarlo: tieni un po’ più alta la temperatura della stanza in cui fai il bagnetto e ricordati di asciugare sempre per bene i capelli del piccolo, anche se si tratta ancora di peluria, così che non rischi di prendere freddo.

 

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.