Uova di Pasqua avanzate? 4 idee per riciclarle

riciclare-uova-pasqua

Uova, tante uova. Uova dai nonni, uova dalle maestre, uova da fratelli e sorelle.
Dopo Pasqua le nostre case sono invase da uova di cioccolato per la gioia dei nostri piccoli, meno per la nostra, vero? Per finirle esistono due strade: continuare a mangiarle per giorni interi fin quando non finiscono – soluzione che non è consigliata per chi vuole rimettersi in riga, of course – o trovare rimedi alternativi per riciclarle e riutilizzarle senza doverle buttare.

Ciò che resta delle uova può essere utilizzato come ingrediente per deliziosi dolci o mousse, ma anche per trattamenti di bellezza. Al cioccolato, ovviamente. Come? Vediamolo insieme. Ecco due golose ricette per riciclare in modo originale le uova di Pasqua:

Mousse al cioccolato e ricotta

mousse-cioccolato-ricotta

Ingredienti:

– 200 gr di cioccolato

– 100 gr di ricotta

– 20 gr di burro

– Zucchero a velo

– 1 bustina di vaniglia

– 4 uova

– 80 ml di panna

Cottura: 5 minuti

Preparazione: 10 minuti + 2 ore in frigorifero

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria in un pentolino. Una volta sciolto, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. In un recipiente mettere il burro, lo zucchero e la vaniglia e sbattere tutto con una frusta elettrica o a mano, fino ad ottenere una leggera crema. Aggiungere i quattro tuorli, mescolando ad ogni aggiunta, il cioccolato sciolto ed infine la ricotta – precedentemente ammorbidita con la panna.

A parte, montare a neve le chiare d’uovo, e con un cucchiaio, unirle al composto di cioccolato. Servire la mousse di cioccolato e ricotta accompagnandola con un cucchiaio di panna montata e, a scelta, con qualche scaglia di cioccolato fondente sopra.

Gelato al cioccolato vegano

Ingredienti:

-200 gr di cioccolato fondente

-200 gr di latte vegetale (di soia, riso o mandorle)

-200 ml di panna vegetale

-150 gr di zucchero di canna

Cottura: 10 minuti

Preparazione: 10 minuti + 4-6 ore di raffreddamento

Spezzettare il cioccolato fondente in una ciotola per poi scioglierlo a bagnomaria. Una volta sciolto, versarlo in un pentolino insieme al latte vegetale e farlo scaldare. Dopo qualche minuto, unire la panna vegetale e lo zucchero di canna. Portare a bollore per fare sciogliere bene lo zucchero, in modo tale da non formare grumi. Lasciar raffreddare. Se avete una gelatiera, versate dentro il liquido e azionate la macchina per 30 minuti. In caso di assenza di gelatiera, potete versare il composto in una vaschetta e lasciarlo in freezer a riposare per 4-6 ore. Nelle prime tre ore e ad ogni ora, mescolate il composto per evitare che si formino addensamenti o cristalli di ghiaccio.

Se invece non ne potete più di mangiare dopo la grande abbuffata di Pasqua, potete sempre riutilizzare il cioccolato per realizzare maschere per capelli o per il visoEcco come fare!

Maschera per capelli al cioccolato

Sciogliere un pezzo di cioccolata. Una volta raffreddata, versarla in un vasetto di yogurt greco. Aggiungere due cucchiai di miele e mescolare. Il gioco è fatto: applicare il prodotto sui capelli per pochi minuti prima di sciacquare. Il risultato? Capelli super morbidi!

Maschera viso al cioccolato fondente

maschera-viso-cioccolato

Il cioccolato fondente possiede tante proprietà benefiche per il viso: illumina, idrata e crea una barriera protettiva contro i raggi violetti. È ottimo anche per le pelli mature perché distende la pelle, ha proprietà antiossidanti e contrasta il nascere delle rughe. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e applicarlo sul viso per circa 20 minuti: rimuovere con acqua tiepida e applicare una crema idratante.

Se volete un effetto più nutriente, potete aggiungere latte o yogurt, se invece volete potenziare le proprietà illuminanti potete utilizzare olio d’oliva. Per un effetto tonificante invece, mescolate un cucchiaio di cioccolato fondente fuso a tre cucchiai di frullato di banana, anguria o fragola.

Insomma, le uova di Pasqua dovranno pur in qualche modo finire. E se proprio non volete mangiare ciò che ne rimane o non volete che lo facciano i vostri figli, correte in dispensa e seguite queste ricette: per una volta, potete usare cioccolato a volontà senza che vi prendano i sensi di colpa!

 

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.