I bambini e la lettura: perché leggere fa bene?

Cc: Annie Spratt
Cc: Annie Spratt

Un bambino che legge sarà un adulto che pensa.

Ci siamo già chiesti cosa e come leggere ai bambini, ora approfondiremo il perché?

Leggere produce molti benefici in più ambiti della vita del bambino, poiché la lista è davvero lunghissima, vi propongo un elenco,spero, scorrevole e chiaro.

La lettura:

– accresce il vocabolario e le abilità linguistiche. Leggere ad alta voce consente ai bambini di fare esperienza del testo scritto, molto più corretto, complesso e articolato rispetto al parlato; ne deriva una più ampia conoscenza fonologica, la quale è correlata al successo scolastico in ambito di scrittura, lettura e perfino di abilità matematiche.

– permette di sviluppare attenzione e concentrazione. La lettura proposta al bambino con gradualità  crea l’attitudine all’ascolto, migliora le capacità creative e la fantasia, ha anche la capacità di rilassare nei momenti di stress e stanchezza e in questo modo rende il cervello più reattivo, offrendo una base per migliorare le capacità cognitive.

– costruisce e consolida relazioni. Quando leggiamo insieme ai nostri figli consolidiamo il legame con loro, perché si condivide un momento di serenità, nel quale ci si sintonizza emotivamente. È possibile sfruttare questo beneficio della lettura condivisa per migliorare anche il rapporto tra fratelli, con i nonni e, più in generale, con coloro che si prendono cura del piccolo.

– permette di riconoscere e gestire le emozioni. I bambini possono trovarsi in difficoltà di fronte a ciò che provano. Ci sono libri, specifici per le diverse età, che aiutano i bambini a dare un nome alle emozioni proprie e altrui attraverso le vicende dei personaggi, tali storie contengono differenti modalità  per rapportarsi all’emozione e comportamenti adeguati in risposta ad esse.

– aumenta l’autostima. Quando un adulto legge per il bambino dedicandogli tempo e in seguito lo ascolta leggere, quest’ultimo fa esperienza della fiducia dell’adulto; in seguito rapportarsi da solo con un libro, riuscire prima a sfogliarlo, poi imparare a leggerlo fanno sentire il bambino capace di riuscire in qualcosa in cui si è impegnato, la fiducia in se stesso si consolida ancora di più e da questa nasce l’autostima.

– consente di acquisire regole sociali e valori morali. Man mano che aumentano le competenze del bambino nei diversi ambiti, la lettura condivisa e diversificata sarà lo spazio sicuro entro il quale il bambino potrà affrontare situazioni complicate del vivere quotidiano, apprendere le risposte e i comportamenti adeguati, imparare regole e valori del proprio contesto culturale.

Vorrei concludere con l’invito a leggete spesso con i vostri bambini, saranno momenti che non dimenticheranno e di cui vi saranno sempre grati.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.