La scuola è finita: e adesso?

la scuola è finita

Siamo a metà giugno e per i bambini di elementari, medie e i ragazzi delle scuole superiori è finita la scuolaFinalmente possono dire addio alla sveglia presto alla mattina, alla routine frenetica che li ha accompagnati per tutto l’anno scolastico.

Noi mamme e papà invece, dobbiamo ancora aspettare per le vacanze (chi più, chi meno) e questo per molti genitori può costituire un problema: a chi lascio i miei figli? Come occuperanno le loro giornate fino a quando non sarò in ferie?

Sì, perché è giusto far riposare i nostri figli, bambini o adolescenti, dopo la fine della scuola, ma l’ozio “duro e puro” non fa mai bene, né tanto meno le maratone davanti alla tv o al pc/smartphone/tablet di turno.

E così iniziamo a valutare le alternative possibili, a seconda delle nostre disponibilità economiche e delle nostre esigenze. Quello che ci chiediamo è: a chi mi posso affidare? 

Nonni? Zii? Amici? 
Centro estivo? Oratorio? Centro multiattività? 

Baby sitter?

Di anno in anno ci si trova a dover gestire questo aspetto e non è per nulla semplice perché:

– non tutti hanno la fortuna non solo di avere dei nonni, ma dei nonni in buona salute, che si sentano in forze e che siano in grado di accudire i nostri figli;

– i centri estivi non sono accessibili per tutti: sia perché le richieste sono tante e la probabilità di non riuscire a iscriversi sono alte, sia perché le tariffe sono piuttosto care. È un tema molto attuale e i dati dimostrano la reale difficoltà che molti genitori vivono: Il salasso del centro estivo per i genitori che lavorano è inevitabile e può arrivare in media a 632 euro in un solo mese. Solo se abbiamo la fortuna di trovare posto in una delle strutture pubbliche messe a disposizione dai Comuni la spesa è più contenuta: in media 262 euro al mese a marmocchio“.

– Il tema economico è un tasto dolente per molti purtroppo, così anche una babysitter, per un periodo di tempo medio-lungo può diventare un’opzione troppo esosa.

Insomma, non è semplice. Bisogna cercare di organizzarsi secondo le proprie disponibilità e non demoralizzarsi. 
D’altra parte è estate e il bel tempo è dalla nostra parte! Quindi, se non doveste riuscire a trovare corsi disponibili o qualcuno di fidato che si occupi dei vostri bambini, cercate di ottimizzare il vostro tempo libero: un giro in bicicletta al parco, una nuotata in piscina, una passeggiata all’aria aperta. 
Farà bene anche a voi e al vostro umore! 🙂

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.