Crema solare: dopo un anno va ancora bene?

scadenza crema solare estate

Ci siamo quasi: tra qualche settimana le scuole chiuderanno e inizierà ufficialmente il countdown per le tanto desiderate vacanze estiveChi è solito trascorrere le vacanze al mare poi, tende sempre a farsi la seguente domanda: ma si può usare la crema solare dell’anno scorso?

Sulle protezioni solari, autoabbronzanti in genere è indicato il simbolo 12m: significa che trascorsi 12mesi dall’apertura, il prodotto non potrà essere più utilizzato. I flaconi che acquistiamo però sono spesso grandi e non riusciamo mai a utilizzarli tutti, anche perché magari non ci fermiamo al mare così tanto, ahinoi, da poterli consumare fino all’ultima goccia. E così sembra un po’ uno spreco buttare un prodotto che è ancora mezzo pieno.

Il problema è che non è detto sia una buona idea riutilizzarli: dobbiamo tenere conto infatti non soltanto del tempo trascorso, ma anche della modalità con cui li abbiamo conservati, del tipo di pelle che abbiamo e del genere di vacanze che faremo quest’anno.

Sarà meglio non riutilizzare la crema solare dopo un anno se:

– avete portato sempre in spiaggia la crema. Le temperature elevate possono aver alterato la composizione e l’efficacia del prodotto. Se fate un test e provate a spalmarla sul corpo, potrete subito constatare lo stato del prodotto: se fuoriesce prima l’olio e poi la crema, significa che la composizione del prodotto si è alterata e quindi non è più adatta ad essere utilizzata.

– lo scorso anno vi siete scottati/ustionati. Probabilmente significa che la protezione che avete utilizzato non era sufficiente per il vostro tipo di pelle. Un buon motivo per cambiare solare, optando certamente per un prodotto con un fattore di protezione più alto.

– siete in dolce attesa. Naturalmente in gravidanza avete bisogno di una protezione molto alta (minimo 25 Spf), anche per proteggere la vostra pelle da macchie solari (in gravidanza infatti aumenta la produzione di ormoni che favoriscono la pigmentazione e l’accumulo di melanina, cioè macchie, soprattutto sul viso).

– siete in menopausa. Al contrario, superati i 50 anni, la produzione di ormoni diminuisce e la pelle perde idratazione; dunque, dovrete munirvi di protezioni solari idratanti con vitamina E e antiradicali liberi per mantenere elastica la pelle.

– andate in vacanza in barca/in una meta molto calda: nel primo caso l’acqua riflette i raggi solari che sono dunque molto più diretti sulla nostra pelle e quindi più soggetti a scottature. Il consiglio è quello di utilizzare una protezione resistente all’acqua e di ripetere frequentemente l’applicazione. Se poi, vi spostate di latitudine e quindi andate in vacanza molto a Sud, la temperatura aumenta e così anche la forza delle radiazioni solari: vi servirà quindi una protezione molto alta.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.